aziendagaranzia giovani

INPS: nuovi incentivi per assunzioni con l’istanza Occupazione Giovani

Nuovi incentivi e opportunità professionali all’orizzonte: al via l’istanza Occupazione Giovani (OCC. GIOV.) di Garanzia Giovani, con cui le imprese potranno accedere ai fondi stanziati per il 2017 e avviare nuove assunzioni.

Con la circolare 40 del 28/02/2017, INPS comunica i dettagli sui nuovi incentivi per assunzioni con contratti a tempo determinato, indeterminato e di apprendistato professionalizzante.

I finanziamenti, per un ammontare totale di 200 milioni di euro per l’anno 2017, rientrano nell’ambito del Piano Europeo Garanzia Giovani, nato per combattere la disoccupazione giovanile, attraverso un sistema di bonus occupazionali alle aziende che assumono nuovi lavoratori di età compresa tra 16 e 29 anni (i cosiddetti NEETNot engaged in Education, Employment or Training).

Condizioni per accedere agli incentivi

Gli incentivi dell’istanza Occupazione Giovani sono previsti per tutte le assunzioni effettuate tra il 1° gennaio 2017 e il 31 dicembre 2017, nell’ambito di tutto il territorio nazionale, ad esclusione della Provincia Autonoma di Bolzano.

Il bonus è riconosciuto per contratti a tempo determinato, indeterminato e di apprendistato di II livello (apprendistato professionalizzante), anche part-time (in questo caso il bonus sarà riproporzionato sulla base delle ore lavorative, senza un limite minimo di ore settimanali).

É prevista la possibilità di prorogare il bonus, nel caso in cui un contratto a tempo determinato sia rinnovato fino a 12 mesi, nell’ambito del programma Garanzia Giovani.

La proroga del bonus non è invece valida in caso di trasformazione di contratto da tempo determinato a tempo indeterminato.

I Bonus

Ecco il valore dei bonus previsti dall’istanza Occupazione Giovani, come indicati nella circolare 40:

  • il 50% dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, per un massimo di 4.030,00 euro su base annua per ogni lavoratore assunto con contratto a tempo determinato (comprese eventuali proroghe)
  • il 100% della contribuzione previdenziale a carico dei datori di lavoro, per un massimo di 8.060,00 euro su base annua per ogni lavoratore assunto con contratto a tempo indeterminato e di apprendistato professionalizzante.

È possibile usufruire dell’incentivo in 12 quote mensili, a partire dalla data di assunzione del NEET.

Come richiedere il bonus

L’azienda deve inoltrare all’INPS la richiesta di ammissione all’incentivo, compilando il modulo di istanza on-line OCC.GIOV. (che ha sostituito la precedente istanza Ga. Gi.), disponibile all’interno dell’applicazione “DiResCo – Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente”.

Nell’ambito dell’istanza Occupazione Giovani saranno richiesti i seguenti dati:

  • dati del lavoratore
  • Regione e Provincia di esecuzione della prestazione lavorativa
  • importo della retribuzione mensile media prevista o effettiva
  • aliquota contributiva datoriale

Extra ‘De minimis’

Il bonus dell’istanza Occupazione Giovani è fruibile soltanto entro il regime del ‘De minimis’ (gli aiuti di Stato, ovvero la cifra massima di aiuti di piccola entità che possono essere elargiti alle imprese, senza violare le norme sulla concorrenza).

Sono previste tuttavia alcune deroghe, ad esempio nel caso di un incremento di occupazione netto e in relazione a particolari categorie di giovani.

 

> Aggiornamento 2018: leggi l’articolo relativo ai Bonus Giovani 2018!

VUOI USUFRUIRE DEGLI INCENTIVI DI GARANZIA GIOVANI?

Contattaci per avere maggiori informazioni.

PER SAPERNE DI PIÙ

Post precedente

La normativa di stage e le sue complessità

Post successivo

Il bilancio di competenze: cos’è e quali sono i vantaggi

Ancora nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *