candidatocarriera internazionale

Tirocinio all’estero: scoprire il lavoro in Cina con una borsa di studio

A volte un tirocinio all’estero si può rivelare un vero trampolino di lancio per avviare una carriera internazionale.

Si è da poco concluso il progetto “Stage in Cina: come combattere la disoccupazione giovanile e il divario occupazionale tra Nord e Sud Italia attraverso esperienze di lavoro sfidanti all’estero”.

Il progetto è stato patrocinato da FourStars e Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo e ha regalato a 6 giovani laureati meritevoli del centro – sud Italia la possibilità di partecipare gratuitamente a un Internship Master Program di 6 mesi a Shanghai.

Un intenso iter di selezione durato un mese, ma i 6 giovani vincitori hanno dimostrato il proprio valore e si sono distinti per merito tra oltre 360 candidature pervenute.

Il bilancio globale dei ragazzi

Nonostante i diversi profili e l’appartenenza ad ambiti occupazionali differenti, il bilancio globale del tirocinio all’estero è molto positivo e i borsisti si sono espressi a riguardo con entusiasmo.

Roberta, 25 anni, napoletana, ha definito così il suo tirocinio di 6 mesi in una società di consulenza legale e finanziaria: “una vera esperienza di vita e un’immersione in un’altra cultura, che mi ha aiutata a ridefinire obiettivi sul lungo termine e a capire quali competenze devo ancora acquisire”.

Niccolò, trentenne di Firenze, ha svolto un tirocinio come Responsabile di Produzione presso un’azienda del settore Food & Beverage. Ha descritto la sua come “un’esperienza formativa di primissimo livello e una riscoperta interiore dal punto di vista umano”.

Alessandra, 24 anni, di Bari, ha svolto un tirocinio in ambito Sales e Business Development, presso un’impresa produttrice e distributrice di cibo italiano in Cina. Questo il suo bilancio dell’esperienza: “Ho avuto la possibilità di ricoprire ruoli diversi, rispondendo alla mia naturale propensione a dinamicità e proattività, nonché dando conferma del talento tutto italiano nel problem solving”.tirocinio all’estero

Molto entusiasmo, quindi, e dati percentuali che parlano da soli: tutti i borsisti hanno ricevuto una proposta di lavoro dall’azienda che li ha ospitati per il tirocinio all’estero, eccetto coloro che avevano espressamente dichiarato di voler concludere il proprio percorso accademico.

Il risultato del progetto è molto positivo: 2 ragazzi su 6 rientreranno in Cina per proseguire la propria esperienza ed avviare una carriera internazionale.

Lo raccontano così, con soddisfazione:

Danilo, 25 anni, di Cagliari, ha svolto un tirocinio in un’importante società di Business Consulting, da cui ha ricevuto un’offerta per ricoprire una posizione di Junior Account Manager. Lo racconta così: “L’inserimento professionale è stato rapido, dopo due soli giorni di keep up teorico, mi sono state affidate le prime task operative: progetti di ricerca in team italo-cinesi, verifiche di bilancio, review di manuali fiscali e risoluzione di problematiche contabili/fiscali legate ai clienti. Compiti che richiedono rigore metodologico tendenzialmente tipico di una posizione senior, ma, nonostante ciò, vengono affidati anche ai giovani, dando dimostrazione di fiducia e rendendo il lavoro sfidante. È stata un’ottima esperienza, sia da un punto di vista professionale che personale. Ho trovato un ambiente lavorativo ideale con colleghi molto disponibili. Ho potuto affinare le mie competenze e ottenere la fiducia dei miei responsabili per ricoprire sempre più spesso un ruolo manageriale oltre che operativo. La società mi ha offerto un contratto di lavoro con un contratto iniziale di un anno, che spero proseguirà nel tempo”.

Sara, ventiseienne di Caserta, ha svolto il suo tirocinio in un’azienda di video production: “In azienda ho trovato un ambiente cordiale, stimolante ed altamente professionale. Sono stata coinvolta attivamente sia nei progetti in corso d’opera sia nell’ideazione e realizzazione di nuovi progetti, in tutte le fasi. Ho studiato architettura, coltivo da sempre una passione per il fumetto. La mia passione per il disegno è stata assecondata e valorizzata: in studio ho realizzato storyboards e piccole animazioni, ed è stato davvero importante capire l’apporto che è possibile dare all’interno di un processo complesso quale quello della video production. Ho ricevuto un’offerta e a Febbraio ritornerò in Cina”.

La campagna di comunicazione #MyTripToChina

Al progetto è stata affiancata una campagna di comunicazione intitolata #MyTripToChina, realizzata da FourStars in collaborazione con La Nuvola del Lavoro, noto Blog del Corriere della Sera rivolto ai giovani e alla tematica dell’occupazione. Il Blog ha ospitato le storie dei sei borsisti, nell’ambito di una rubrica con cadenza mensile, da Luglio a Novembre.

L’iniziativa è stata molto apprezzata dai ragazzi, che si sono dedicati con passione al progetto, raccontando i molteplici aspetti del rapporto con una realtà socio-culturale e linguistica nuova, dall’impatto con Shanghai, al lavoro in Cina, alle prime relazioni con colleghi internazionali e con altri giovani cinesi o expat, all’esperienza femminile in ambito professionale in Cina.

Valeria, napoletana di 27 anni, ha svolto un tirocinio nel settore dell’arredamento di lusso made in Italy. Racconta con molto entusiasmo dell’intervista a La Nuvola del Lavoro e della sua esperienza: “Credo che dar voce diretta a noi stagisti, alle nostre esperienze e impressioni sia stata un’iniziativa interessante. Inoltre è un’opportunità che non tutti hanno! Mi ritengo soddisfatta del mio percorso professionale ed estremamente felice per tutta questa fantastica esperienza di vita!”.

Conclusioni

In definitiva, il progetto di FourStars e Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo ha garantito un percorso formativo e professionalizzante di alto livello, che ha permesso a 6 giovani talenti di scoprire se stessi, attraversando una crescita personale e professionale, con la possibilità di esprimere il proprio potenziale e incontrare nuove opportunità lavorative.

I dati relativi al progetto delle borse di studio confermano anche la percentuale di successo degli Internship Programs di FourStars: oltre il 50% dei partecipanti riceve una proposta di lavoro dall’azienda ospitante al termine del tirocinio all’estero e il 30% trova lavoro nel giro di pochi mesi.

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva


SEI INTERESSATO AD UNO STAGE ALL’ESTERO?

Scopri l’importanza di uno Stage in Cina.

PER SAPERNE DI PIÙ


Post precedente

Il Web Developer: il programmatore dei siti internet

Post successivo

Interior Designer: un professionista tra achitettura e design

Ancora nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *