professioni

Giurista d’Impresa: una professione di alta responsabilità

Esiste un professionista che opera nella consulenza alle imprese in ambito giuridico, aiutando le aziende a definire le politiche da adottare, in base a un’analisi della contrattualistica degli aspetti legali, commerciali e tributari. Vediamo nel dettaglio chi è e cosa fa il Giurista d’Impresa.

Quali sono gli obiettivi professionali di un Giurista d’Impresa?

Il compito principale del Giurista d’Impresa consiste nel tutelare gli interessi giuridici dell’azienda in cui opera, orientandone l’azione in modo tale da calcolare, evitare e ridurre i rischi di natura legale, ma al tempo stesso identificare e favorire situazioni giuridiche da cui l’azienda possa trarre benefici.

Valutando le conseguenze legali delle politiche gestionali dell’impresa, contribuisce alla creazione dei processi decisionali e gestionali della stessa.

Quali mansioni concrete ricopre il Giurista d’Impresa?

Il Giurista d’Impresa lavora per elaborare soluzioni operative che possano ottimizzare la redditività dell’azienda.

In particolare, è chiamato a fornire giudizi circa l’attendibilità delle indicazioni legislative da adottare, offrendo all’azienda soluzioni che consentano un risparmio fiscale ed esaminando le alternative possibili in base a un’analisi economica delle diverse opzioni.

È tenuto, inoltre, a redigere la contrattualistica nazionale e internazionale e definire le politiche dell’impresa, non solo a livello legale, ma anche commerciale e tributario.

Rientra tra le mansioni del Giurista d’Impresa anche la gestione di eventuali controversie legali e contenziosi, nonché dei rapporti con le istituzioni.

Quali sono le caratteristiche e le competenze che un Giurista d’Impresa deve avere?

Il Giurista d’Impresa deve possedere, innanzitutto, una solida preparazione giuridica, in particolare nozioni di diritto amministrativo e bancario, diritto penale commerciale, diritto tributario e finanziario, diritto del lavoro e sindacale. In ogni caso, le specifiche competenze giuridiche possono essere determinate anche dal settore merceologico dell’impresa in cui il Giurista opera.

Dovrebbe inoltre possedere nozioni di macroeconomia, microeconomia, contabilità e gestione aziendale. Deve anche essere esperto di contrattualistica on-line, in quanto al giorno d’oggi numerosi appalti di servizi e di fornitura vengono selezionati e valutati attraverso la rete internet.

Un Giurista d’Impresa dovrebbe anche avere una buona conoscenza delle tecniche di negoziazione, dei prodotti finanziari e della finanza aziendale.

È considerata indispensabile la padronanza della lingua inglese, in particolar modo delle espressioni di tecnica giuridica ed economica, fondamentali per la gestione dei rapporti internazionali e la redazione di contratti commerciali.

Infine, il Giurista d’Impresa deve saper dimostrare spiccate capacità decisionali e manageriali, nonché una costante propensione all’aggiornamento.

Come si diventa Giurista d’Impresa?

Al Giurista d’Impresa si richiede generalmente una laurea specialistica in giurisprudenza, meglio se con un corso di specializzazione inerente al diritto d’impresa.

Sono accettate anche le lauree in economia e commercio o in scienze politiche.

Non è indispensabile, per il Giurista d’Impresa, sostenere l’esame da Procuratore legale. Tuttavia, è preferibile che, per completare la propria formazione, consegua una specializzazione con un Master che preveda lo studio dei temi relativi a servizi e consulenze alle aziende.

Dove lavora un Giurista d’Impresa?

Generalmente, il Giurista d’impresa opera nelle grandi e medie aziende, come consulente o più spesso con la qualifica di quadro o dirigente. Lavorando solitamente a fianco dell’Amministratore Delegato o del Direttore Generale dell’azienda, gode di una notevole autonomia decisionale nel trattamento delle disposizioni legislative da applicare.

In virtù della particolarità delle sue funzioni, non ha di solito un orario di lavoro preciso. Tuttavia, a causa dell’importanza e dell’urgenza di molte questioni che gli competono, è tenuto generalmente a offrire all’azienda la sua totale disponibilità.

Quanto può guadagnare un Giurista d’Impresa?

La situazione retributiva del Giurista d’Impresa dipende dalle dimensioni e dall’organizzazione del servizio legale dell’azienda per cui lavora, quindi è direttamente proporzionale al grado di responsabilità e alle funzioni che gli competono.

Generalmente gode di uno stipendio elevato: tra 2 e 4 anni di esperienza percepisce un compenso annuo lordo che va da 25 mila euro a 40 mila euro; tra 5 e 10 anni di esperienza l’aumento è notevole, fino a 70 mila euro annui.

Quali sono le prospettive di crescita professionale per un Giurista d’Impresa?

Le prospettive di crescita professionale per il Giurista d’impresa sono davvero notevoli.

Un Giurista d’Impresa che operi in azienda come consulente d’impresa, può ottenere una posizione di Quadro e addirittura incarichi direttivi in area Amministrazione, Finanza e Controllo. A maggiore responsabilità corrispondono, naturalmente, un aumento della RAL e l’assegnazione di eventuali benefits.

Si può verificare anche una crescita in termini di mobilità verso altre aziende di maggiore importanza, con un aumento significativo della retribuzione.

 


CERCHI UNO STAGE O UN LAVORO?

Clicca qui per consultare tutte le nostre offerte di stage e lavoro.

CERCA LE OFFERTE


Post precedente

Certificazione Unica CU (ex CUD): cos’è, a cosa serve e a chi richiederla

Post successivo

5 buoni motivi per cercare lavoro ad agosto

Ancora nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *