LAVORO

8 mosse per affrontare il rientro al lavoro dopo le vacanze

Anche quest’anno è tempo di vacanza… ma come prepararsi per affrontare al meglio il rientro al lavoro?

Il passaggio da un periodo di riposo a uno carico di impegni, soprattutto mentali, può portare a una eccessiva produzione di ormoni a carico di ipotalamo, ipofisi e ghiandole surrenali. Questo sovraccarico è il principale responsabile di ciò che chiamiamo “stress”.

Del resto la sindrome da rientro è classificabile tra i disturbi dell’adattamento e può provocare nervosismo, stanchezza, irritabilità e difficoltà di concentrazione.

Ecco allora qualche piccolo consiglio per prepararsi già da adesso ad affrontare il rientro al lavoro, senza troppi contraccolpi:

  1. Organizza tutto

Innanzitutto non lasciare niente in sospeso prima di partire.

Per alleggerire il rientro al lavoro, fai il possibile per completare ciò che hai iniziato, pianificare le prossime attività e magari anticipare lo svolgimento di qualche mansione prevista per settembre.

  1. Imposta l’auto-reply

Prima di andare in ferie, imposta la risposta automatica “Out of office”.

Non sarà solo un gesto gradito da chi eventualmente ti scriverà durante la tua assenza, ma eviterai l’accumulo di mail provenienti da uno stesso mittente. Puoi eventualmente segnalare il contatto del collega che ti sostituisce, per ridurre al minimo il numero di mail da smaltire al rientro.

  1. Relax totale

Organizzandoti prima, potrai lasciare tutti gli impegni e i pensieri di lavoro “al lavoro” e rilassarti al massimo durante le vacanze.

Mentre sei in ferie, limita l’utilizzo dei dispositivi elettronici, in particolar modo se svolgi un lavoro d’ufficio e hai a che fare quotidianamente con pc e telefono.

È una buona idea quella di tornare in città qualche giorno prima dell’inizio del lavoro, per attutire il cambio di routine.

  1. Gradualità

Al momento del rientro al lavoro non pretendere subito troppo da te stesso. Fissa tuoi obiettivi a breve e lungo termine e suddividi il lavoro di conseguenza.

Per diminuire lo stress, comincia con le mansioni più leggere e necessarie, ad esempio provvedi a ripulire la casella di posta.

Concediti qualche breve pausa durante la giornata e non forzare i tempi.

Un altro accorgimento è la gradualità nel diminuire le ore di sonno: non passare troppo rapidamente dalle lunghe dormite estive ai mattinieri risvegli delle giornate lavorative.

  1. Non ti rinchiudere

Per la maggior parte delle professioni, soprattutto per i lavori d’ufficio, il rientro al lavoro comporta un passaggio piuttosto traumatico per le condizioni di luce.

Il passaggio dalla luce naturale a quella artificiale può mettere sotto stress l’organismo e la mente, per questo è consigliabile cercare di ritagliarsi dei momenti alla luce del sole.

Un buon consiglio per attenuare questo aspetto, ad esempio, potrebbe essere di trascorrere la pausa pranzo o qualche piccolo break durante la giornata all’aria aperta.

  1. Boicotta la routine

Uno degli aspetti più stressanti del rientro al lavoro  è il pensiero di dover ricominciare tutto secondo la solita routine. Ma perché non provare a cambiare le tue abitudini?

Prova un tragitto diverso per recarti al lavoro, sfoggia una nuova acconciatura, inizia a coltivare una nuova passione.

Insomma, rompi la routine e inventa qualche piccola novità per cambiare la quotidianità.

  1. Stile di vita sano

Cura moltissimo l’alimentazione, durante le vacanze ma soprattutto al rientro.

Puoi concederti un piccolo aiuto energetico durante le pause, scegliendo uno snack sano a base di frutta fresca o secca. L’uva, di stagione a settembre, è ricca di antiossidanti e di sostanze che fanno bene all’organismo e all’umore.

Pratica un po’ di sport, senza considerarlo un dovere da aggiungere al lavoro. Pensa al beneficio psicofisico che il movimento ti ha portato durante l’estate e lasciati tentare dalle belle giornate di settembre per combattere lo stress con una sana attività fisica all’aperto.

  1. Pianifica le prossime vacanze

Per rendere più graduale il rientro al lavoro e il ritorno alla “dura realtà”, inizia a progettare qualche weekend fuori porta, nella natura o in una città d’arte, con la famiglia o con gli amici.

Puoi cominciare addirittura a fantasticare sulle prossime vacanze. Se ti organizzi e prenoti in anticipo, potrai risparmiare denaro e affrontare con entusiasmo e senza stress l’avanzare dei mesi a venire.

Leggi quali sono i migliori propositi da fare a settembre al lavoro e i nostri consigli per iniziare le giornate con la giusta carica ed aumentare la produttività.

 

Post precedente

Esperienze di volontariato: perché e come inserirle nel curriculum vitae

Post successivo

Buoni propositi lavorativi per settembre

Ancora nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *