professioni

Addetto Stampa: un intermediario tra azienda e mass media

L’Addetto Stampa, anche detto Press Agent, è una delle principali figure che operano all’interno di un Ufficio Stampa.

È incaricato di diffondere notizie per conto delle aziende clienti, attraverso i principali media: testate giornalistiche, radio, televisione, fino ad includere ovviamente i nuovi canali offerti dal web.

A questo proposito, possiamo includere l’Addetto Stampa tra le professioni legate al mondo della scrittura, a cavallo tra la tradizione giornalistica e le realtà introdotte con l’evoluzione di internet.

Quali sono i suoi obiettivi professionali?

L’Addetto Stampa svolge essenzialmente un compito di intermediario nelle relazioni tra le aziende e gli organi di comunicazione e informazione, con l’obiettivo primario di aumentare la visibilità delle aziende clienti e promuoverne le attività, i servizi e i prodotti.

Quali mansioni ricopre?

Innanzitutto l’Addetto Stampa è tenuto a incontrare l’azienda cliente e a stilare una mappatura dei media territoriali, individuando quelli che potrebbero essere interessanti per veicolare l’immagine dell’impresa.

Parallelamente, deve avviare e gestire le relazioni con giornalisti, redattori e con i media in generale, per riscontrare quali possano nutrire interesse nei confronti dell’azienda per cui lavora.

Dopo aver concordato con l’azienda una strategia di comunicazione, redige i comunicati stampa da trasmettere, controllandone la corretta diffusione da parte dei media.

Attraverso un monitoraggio sistematico della visibilità dell’azienda cliente sui media, redige una rassegna stampa, contenente tutte le notizie che la riguardano. Può inoltre fare da intermediario tra i giornalisti e l’azienda per l’eventuale richiesta di interviste o approfondimenti.

Quali sono le competenze che deve avere?

Tra le competenze tecniche più importanti per un Addetto Stampa ci sono sicuramente una conoscenza approfondita delle tecniche di comunicazione giornalistica e del mondo dell’informazione e della stampa, inclusa la normativa che ne regola l’attività.

Sono richieste anche la conoscenza della lingua inglese e dei programmi principali di videoscrittura, impaginazione e presentazione.

Tra le soft skills, deve possedere: ottime capacità di sintesi e analisi, doti comunicative e relazionali, orientamento al cliente, capacità di organizzazione, flessibilità e un’ottima resistenza allo stress e ai ritmi di lavoro serrati.

Qual è il percorso di formazione più adeguato?

Anche se si tratta di due professioni diverse e da non confondere, l’Addetto Stampa dovrebbe svolgere grossomodo lo stesso percorso di formazione del Giornalista. È consigliabile, quindi, partire da una laurea umanistica, ad esempio in Scienze della Comunicazione, per poi iscriversi a un Master o a un corso di specializzazione in Giornalismo.

Più che mai in questo caso assume importanza la gavetta, che permette l’accesso all’iscrizione all’Albo dei Giornalisti, con le seguenti casistiche:

  • Iscrizione all’Albo, nell’elenco Pubblicisti: requisito necessario un’esperienza di almeno tre anni presso una o più testate giornalistiche (anche come tirocinante)
  • Iscrizione all’Albo, nell’elenco Professionisti: possibile dopo un praticantato di 18 mesi presso una redazione e il superamento dell’esame di Stato

Dove lavora?

L’Addetto Stampa può lavorare innanzitutto come dipendente, presso gli uffici stampa di società private o enti pubblici, oppure all’interno di agenzie di comunicazione che operano come ufficio stampa per diverse aziende.

Più raramente, può svolgere il proprio lavoro come libero professionista, operando per diversi uffici stampa.

Il Press Agent, in quanto intermediario tra la stampa e le aziende, collabora a stretto contatto da un lato con i giornalisti, dall’altro con i vertici aziendali e con alcune figure quali il Social Media Manager e il Content Creator.

Quanto può guadagnare?

La RAL di un Addetto Stampa può variare molto a seconda dell’esperienza acquisita e della realtà in cui lavora, oscillando da 23 mila a 40 mila euro (con oltre 36 mesi di esperienza).

Quali sono le prospettive di crescita professionale?

Un bravo Addetto Stampa, che maturi una significativa e positiva esperienza all’interno di un ufficio stampa, può arrivare a ricoprire il ruolo di Responsabile delle Relazioni esterne o Capo ufficio stampa.


CERCHI UNO STAGE O UN LAVORO IN QUESTO SETTORE?

Clicca qui per consultare tutti gli annunci sul nostro sito.

CERCA LE OFFERTE


Post precedente

Web Marketing Specialist: l'era della comunicazione digitale

Post successivo

Certificazione Unica CU (ex CUD): cos’è, a cosa serve e a chi richiederla

Ancora nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *