professioni

Broker assicurativo: un intermediario nel campo delle assicurazioni

Con un aumento rilevante dell’esigenza di coperture assicurative, in particolar modo da parte delle imprese, ha acquisito sempre più importanza la figura del Broker assicurativo, anche detto Insurance Broker o Intermediario assicurativo. Questo professionista, infatti, offre una consulenza esterna specializzata, agendo da mediatore per garantire ai clienti un prodotto assicurativo affidabile.

Vediamo nel dettaglio chi è e di cosa si occupa.

Quali sono le caratteristiche e le competenze che un Broker assicurativo deve avere?

Il Broker Assicurativo deve possedere prima di tutto una conoscenza approfondita del mercato assicurativo, inclusi i complessi aspetti giuridici che lo regolano, in particolare per gli ambiti legislativi che disciplinano i settori relativi ai rischi da coprire.

Inoltre, sono richieste per esercitare la professione, competenze di carattere finanziario ed economico, oltre che una conoscenza dei settori specifici dai quali proviene la propria clientela.

Tra le qualità personali che dovrebbe possedere un Intermediario assicurativo spiccano lo spirito di iniziativa, le capacità relazionali, con un’ottima attitudine commerciale e riservatezza.

Quali sono gli obiettivi professionali di un Broker assicurativo?

Poiché agisce da intermediario tra le compagnie assicurative e i propri clienti, l’Insurance Broker lavora con l’obiettivo di soddisfare le richieste di coloro che si affidano al suo servizio, fornendo soluzioni assicurative compatibili con le loro esigenze.

Quali mansioni concrete ricopre l’intermediario assicurativo?

Innanzitutto il Broker assicurativo stipula con il cliente un mandato di brokeraggio, un contratto attraverso cui è incaricato di intrattenere i rapporti con le Compagnie di Assicurazione, nell’interesse esclusivo del cliente, per stipulare o gestire le polizze assicurative. Tale mandato ha generalmente la durata di un anno e può essere rinnovato o revocato dal cliente.

L’Insurance Broker è tenuto quindi a studiare le necessità del cliente e presentarle ai potenziali assicuratori, per poter selezionare le soluzioni migliori e che corrispondano maggiormente alle esigenze del cliente.

Rientra tra i compiti del Broker Assicurativo anche l’assistenza al cliente in caso di sinistri.

Come si diventa Broker assicurativo?

Le lauree più adatte per esercitare la professione di Broker assicurativo sono quelle conseguite presso i corsi di economia e commercio e giurisprudenza. In ogni caso, il titolo accademico è generalmente considerato come secondario rispetto all’esperienza acquisita operativamente sul campo nel settore assicurativo.

Per poter svolgere la professione occorre superare un esame di abilitazione, accessibile a chi è in possesso di un diploma di maturità, almeno integrato da un corso di formazione specialistico, se non seguito da una laurea.

Non esistono ancora, in Italia, canali di formazione istituzionalizzati per diventare Insurance Broker. Tuttavia, l’AIBA (Associazione Italiana Broker di Assicurazione) organizza corsi di formazione professionale e di aggiornamento.

Dove lavora un Broker assicurativo?

La professione dell’intermediario assicurativo può essere svolta come libero professionista, oppure con contratto da lavoratore dipendente qualora la figura sia impiegata presso società di brokeraggio.

Per la specializzazione professionale richiesta a questa figura, il settore d’intervento più ricorrente è quello industriale. Nella consulenza alle imprese, l’Insurance Broker si interfaccia generalmente con il risk-manager, che ricopre funzioni di carattere assicurativo all’interno delle aziende.

Quanto può guadagnare un Broker assicurativo?

L’intermediario assicurativo percepisce generalmente un guadagno a provvigione sulle polizze vendute, fino al 20% del loro valore.

Si delinea quindi un quadro retributivo con ottimi margini di crescita, laddove l’aumento del reddito è sostanzialmente legato all’ampliamento del suo portafoglio clienti.

 Quali sono le prospettive di crescita professionale per un intermediario assicurativo?

Un avanzamento sostanziale di carriera consiste nel passaggio da un rapporto di lavoro dipendente all’esercizio della libera professione, con conseguente incremento del guadagno.


CERCHI UNO STAGE O UN LAVORO?

Clicca qui per consultare tutte le nostre offerte di stage e lavoro.

CERCA LE OFFERTE


Post precedente

Garanzia Giovani: cos'è, come funziona, gli incentivi alle aziende

Post successivo

Linkedin per trovare lavoro: tutti i consigli per farlo nel modo giusto

Ancora nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *