LAVOROTIPS AZIENDE - HR E RECRUITING

Employer Branding: una strategia per l’immagine aziendale

Cos’è l’Employer Branding

L’Employer Branding è una strategia di marketing rivolta a definire la reputazione di un’azienda in quanto datore di lavoro. Il suo obiettivo è costruire un’immagine aziendale che coincida con quella del “posto di lavoro ideale”.

L’espressione è entrata in uso dagli anni novanta, come variante del Customer Branding (riferito invece ai valori che l’azienda associa al proprio marchio per comunicarlo al consumatore). Così come il Customer Branding è finalizzato a una fidelizzazione dei clienti, l’Employer Branding si pone come obiettivo l’acquisizione di candidati competenti, nonché la fidelizzazione dei dipendenti già assunti (Employee Retention).

Perché l’Employer Branding è utile alle aziende

In un quadro di instabilità economica, come quello attuale, le imprese devono scegliere di avvalersi di alcuni espedienti per aumentare la produttività e assumere una posizione di rilievo rispetto alla concorrenza.

Comunicando il proprio brand mediante l’Employer Branding, l’azienda può intervenire anche nella definizione della propria dimensione valoriale. In tal modo l’impresa può essere in grado di comunicare anche gli aspetti che la rendono un posto di lavoro unico e molto ambito, non solo a potenziali futuri collaboratori, ma anche ai propri impiegati, rafforzando la coesione interna e lo spirito aziendale.

Una strategia di Employer Branding a lungo termine, quindi, permette di definire e valorizzare l’identità aziendale per attrarre e trattenere risorse, ai fini del raggiungimento dei propri obiettivi di business.

Strategie di Employer Branding

È utile cominciare a considerare alcuni passaggi fondamentali per costruire una valida strategia di Employer Branding:

  • Analisi del brand

Svolgere un’analisi per individuare le esigenze di business a lungo termine, permette di definire le competenze di cui l’azienda ha bisogno e gli obiettivi a cui puntare.

  • Studio dei target group

Come conseguenza dell’analisi del brand, è possibile procedere con la definizione dei target group interni ed esterni, ovvero individuare parallelamente le risorse da valorizzare e trattenere e quelle invece da attrarre.

Questo passaggio include anche l’utilizzo di strumenti, quali sondaggi e questionari, per indagare quale sia la propria reputazione presso il target di riferimento e ottimizzare quindi la strategia di comunicazione. Tra le caratteristiche da sondare per mettere a frutto l’Employer Branding, ce ne sono alcune definite “strumentali”, ad esempio retribuzione e orario di lavoro, altre ritenute “simboliche”, come il prestigio dell’azienda e il valore percepito dall’esterno per il posto di lavoro.

  • Promozione sui social network

Anche la tecnologia può essere un valido alleato per l’Employer Branding: un utilizzo corretto e costante delle pagine aziendali di LinkedIn, la pubblicazione delle offerte di lavoro sui social network e il coinvolgimento di alcuni dipendenti come ambasciatori del brand sono validi strumenti per diffondere e costruire la propria reputazione online.

Concetti correlati

L’Employer Branding presuppone o definisce alcuni importanti concetti correlati. Ecco i più importanti:

  • Employment Advertising

Si tratta di un processo con cui l’azienda promuove le posizioni aperte come se fossero dei prodotti, per aumentare la percezione del proprio valore distintivo.

  • Employer Identity

Consiste nell’identità che un’azienda assume come datore di lavoro (in inglese employer).

  • Employer Of Choice

È una definizione che si riferisce all’azienda come luogo di lavoro ideale per gli attuali dipendenti e per i potenziali candidati. Si può considerare come l’obiettivo più importante in una strategia di Employer branding.

  • Employer Brand Positioning

Comprende tutte le attività utilizzate dall’azienda per raggiungere la definizione di Employer of Choice e costruire una strategia di Recruiting Marketing.

  • Employer Value Proposition

È definita dagli elementi che determinano il valore dell’azienda nel suo rapporto di lavoro con i dipendenti (retribuzione, ambiente, attenzione alle esigenze del personale).


CERCHI CANDIDATI PER LA TUA AZIENDA?

Affidaci le tue selezioni, troveremo la persona che cerchi.

PER SAPERNE DI PIÙ


Post precedente

Regista: un direttore tecnico-artistico

Post successivo

Dote Unica Lavoro: a chi si rivolge, come richiederla e vantaggi

Ancora nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *