aziendagaranzia giovani

Incentivi occupazionali 2017: confermato il Bonus Garanzia Giovani

Incentivi occupazionali 2017: l’anno nuovo ha portato con sé importanti novità per le aziende intenzionate ad assumere personale. La nuova Legge di Bilancio 2017 (ex Legge di Stabilità) conferma il Bonus Garanzia Giovani e prospetta un potenziamento delle agevolazioni fiscali e contributive per le imprese che assumono giovani under 30.

Garanzia Giovani: cos’è e come funziona

Per chi ancora non sapesse cos’è Garanzia Giovani, spieghiamo brevemente di cosa si tratta e come funziona il sistema di incentivi alle aziende.

Il Piano Europeo Youth Guarantee (in italiano Garanzia Giovani) prevede una serie di fondi destinati ai paesi dell’UE, affinché mettano in atto politiche attive di orientamento, formazione e inserimento al lavoro, per contrastare la disoccupazione giovanile.

Le aziende che aderiscono a Garanzia Giovani e inseriscono risorse in stage o con contratti di apprendistato, a tempo determinato o indeterminato, ottengono un bonus occupazionale, calcolato sulla base del tipo di contratto stipulato.

Inoltre, le nuove risorse inserite possono beneficiare di un piano gratuito di servizi personalizzati, comprensivi di bilancio delle competenze, orientamento, coaching.

In definitiva, il Bonus Garanzia Giovani rappresenta un’opportunità per l’azienda di diminuire i costi del lavoro e, di conseguenza, aumenta le possibilità occupazionali dei giovani.

Incentivi occupazionali 2017 con Garanzia Giovani

Sulla base dei risultati positivi ottenuti con Garanzia Giovani, nuovi fondi sono stati stanziati per incentivare le aziende ad assumere: gli sgravi contributivi sono stati confermati per il 2017 e addirittura aumentati da un massimo di 6.000 € fino a 8.060 € per le assunzioni a tempo indeterminato o con contratto di apprendistato.

Per l’assegnazione del Bonus Garanzia Giovani 2017, inoltre, non è più previsto un sistema di profilazione del candidato.

L’aumento degli incentivi per assunzioni con Garanzia Giovani riguarda gli inserimenti in azienda effettuati a partire dal 1 gennaio 2017 ed entro il 31 dicembre 2017, con contratti di apprendistato, a tempo indeterminato, a tempo determinato superiore ai 6 mesi.

La fascia dei candidati interessati è sempre la stessa, quella dei NEET (Not in Education, Employment or Training), giovani di età compresa tra 16 e 29 anni che non siano impegnati in attività formative né lavorative.

Ecco nel dettaglio a quanto ammontano gli incentivi occupazionali 2017:

  • assunzioni a tempo indeterminato: bonus fino a un massimo di 8.060 € all’anno
  • contratto di apprendistato: il bonus fino a un massimo di 8.060 € all’anno
  • assunzioni a tempo determinato (superiore ai 6 mesi): bonus fino a un massimo di 4.030 € annui

Nel caso in cui il contratto di lavoro preveda un orario part-time, il bonus viene  ridotto in maniera proporzionale.

Per quanto riguarda gli inserimenti con contratto di stage, non sono state apportate modifiche rispetto alla precedente edizione del programma. Pertanto, per le aziende che scelgono di inserire un NEET con contratto di stage nell’ambito di Garanzia Giovani, rimangono valide le cifre già previste come rimborso per l’attivazione di stage (indennità da 400€ a 2.400€).

Il Bonus Garanzia Giovani 2017 non è cumulabile con altri incentivi all’assunzione.

 

> Aggiornamenti 2018! Leggi le novità sui Bonus giovani 2018!

VUOI USUFRUIRE DEGLI INCENTIVI DI GARANZIA GIOVANI?

Contattaci per avere maggiori informazioni.

PER SAPERNE DI PIÙ

Post precedente

Accompagnatore Turistico: la gestione dei viaggi organizzati

Post successivo

Giurista d’Impresa: una professione di alta responsabilità

1 Commento

  1. Francesco
    07/02/2017 at 3:20 pm — Rispondi

    grazie per l’articolo, molto interessante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *