aziendacandidatostage

Documenti del tirocinio: quali sono, cosa contengono, a cosa servono

Prima di fare il punto sui documenti del tirocinio, facciamo un breve riepilogo su cos’è il tirocinio e a cosa serve.

Il tirocinio, o stage, è un percorso formativo che consente al tirocinante, in genere un giovane alle prime esperienze in ambito lavorativo, di acquisire competenze pratiche affrontando una formazione pratica in un contesto aziendale.

Anche se non si tratta di un rapporto di lavoro, il tirocinio prevede la redazione di un contratto e di altri documenti, alcuni preliminari all’avvio del precorso, altri necessari per attestarne lo svolgimento o i risultati.

Tutti i documenti del tirocinio devono essere conservati dall’ente promotore.

Progetto formativo: il più importante tra i documenti del tirocinio

Il progetto formativo è uno dei documenti preliminari all’avvio del tirocinio, insieme alla convenzione costituisce il contratto di stage.

Il documento deve essere sottoscritto da tutte le parti coinvolte (tirocinante, azienda, ente promotore) e deve contenere tutti i dati riguardanti il percorso di tirocinio:

  • dati del tirocinante, dell’ente promotore, dell’azienda ospitante
  • dati dei due tutor (uno designato dall’ente promotore e uno dall’azienda)
  • sede di svolgimento del tirocinio
  • durata del tirocinio
  • indennità ed eventuali ulteriori facilitazioni
  • garanzie assicurative (assicurazioni contro gli infortuni sul lavoro e la responsabilità civile)
  • obiettivi e modalità di svolgimento del tirocinio
  • attività, competenze e figura professionale di riferimento

Il progetto formativo deve essere redatto in accordo con la normativa regionale di riferimento e ha l’obiettivo di attestare e garantire che il tirocinio sia attivato secondo i termini previsti dalla legge.

Convenzione: tra i documenti del tirocinio costituisce un accordo tra azienda ed ente promotore

Anche la convenzione è uno dei documenti per l’avvio di un tirocinio: insieme al progetto formativo costituisce parte del contratto di stage.

Per poter attivare un tirocinio è indispensabile, infatti, che il soggetto ospitante stipuli una convenzione con un Ente Promotore accreditato.

Ogni documento deve essere redatto secondo le disposizioni normative della regione di riferimento e in linea di massima contiene:

  • dati dell’ente promotore
  • dati del soggetto ospitante
  • obblighi di entrambe le parti
  • decorrenza e durata della convenzione

La convenzione può essere individuale (se associata a un solo progetto formativo) oppure collettiva (qualora valida per l’attivazione di più stage).

Deve essere sottoscritta da entrambe le parti, quindi, per avere validità, deve contenere timbro e firma dei legali rappresentanti dell’ente promotore e del soggetto ospitante.

Proroga: l’unico opzionale tra i documenti del tirocinio

Tra i documenti del tirocinio c’è anche la proroga. Si tratta di un documento opzionale, che viene redatto solo nel caso in cui il tirocinio venga prorogato, aumentandone la durata.

All’interno del documento di proroga devono essere segnalate:

  • la nuova data di termine del tirocinio
  • la motivazione del prolungamento del percorso
  • eventuali variazioni rispetto alle attività e alle competenze previste dal progetto formativo

Così come il progetto formativo, la proroga deve essere sottoscritta da azienda, ente promotore e tirocinante.

Documenti del tirocinio da compilare durante lo svolgimento: il registro presenze

Anche il registro presenze è uno dei documenti del tirocinio. Con i nuovi aggiornamenti normativi il registro presenze è stato reso obbligatorio in quasi tutte le regioni italiane.

Come suggerito dal nome, si tratta di un documento che viene utilizzato per registrare le attività del tirocinante. Deve essere compilato giorno per giorno e deve riportare al suo interno:

  • date
  • orari di entrata e uscita (includendo la pausa tra mattina e pomeriggio, nei casi di stage full time)
  • descrizione delle attività svolte ogni giorno
  • firma del tirocinante quotidiana
  • firma del tutor aziendale quotidiana

È molto importante che il registro sia compilato accuratamente e contenga le firme di tutor e tirocinante per ciascun giorno di stage.

Il registro presenze attesta il regolare svolgimento delle attività formative ed è di fatto uno strumento utile e importante sia per l’azienda che per il tirocinante, in quanto può intervenire a supporto di entrambi per questioni assicurative o qualora subentrassero contenziosi o questioni legali.

Documenti del tirocinio da compilare alla fine del percorso: l’attestato di competenze

L’attestato di competenze è l’unico tra i documenti del tirocinio che viene compilato al termine dello stage, in quanto serve per attestare i risultati raggiunti dal tirocinante durante il percorso formativo.

L’obbligo di compilazione dell’attestato di competenze vige solo se il tirocinante supera una certa percentuale di presenze (definita dalle singole normative regionali di riferimento).

Generalmente viene compilato dal tutor aziendale e riporta i seguenti dati:

  • dati tirocinante
  • obiettivi
  • attività
  • figura professionale e competenze di riferimento
  • risultati raggiunti
  • giudizio ed esito (ad esempio se prevista eventuale assunzione al termine del percorso)

L’attestato riporterà le firme dell’ente promotore e dell’azienda e sarà utile principalmente per il tirocinante, in quanto costituisce una prova dello svolgimento dello stage e del grado di realizzazione del percorso di formazione.

Restituzione dei documenti del tirocinio all’ente promotore

La normativa di stage impone l’obbligo per l’azienda ospitante di restituire tutti i documenti del tirocinio all’ente promotore.

I documenti possono essere restituiti con due modalità:

  • in originale cartaceo via posta tradizionale
  • via PEC da un indirizzo di posta elettronica certificata (in modo tale che conservino la loro validità legale anche se trasmessi in forma telematica)

FourStars consiglia ai suoi clienti di ricorrere alla scelta più ecologica e inviare i documenti via PEC, con l’obiettivo di ridurre l’utilizzo di carta, semplificare i processi di invio e contribuire con un piccolo gesto a salvaguardare l’ambiente.


VUOI ATTIVARE UN TIROCINIO?

FourStars è un ente promotore accreditato e opera in tutta Italia.
La nostra più che decennale esperienza e il nostro staff legal ci permettono di affiancare
quotidianamente le aziende clienti nella delicata gestione dei tirocini.

PER SAPERNE DI PIÙ


Post precedente

Intervista doppia tirocinante/azienda: l’incontro vincente tra uno studente della Scuola Holden e un’agenzia di comunicazione

Post successivo

Stage in azienda: tutto quello che devi sapere per attivare un tirocinio

Ancora nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *