professioni

Social Media Manager: la comunicazione aziendale sui social

Con l’esponenziale crescita del web e l’avvento dei social network, sono aumentate anche le figure professionali che svolgono buona parte del proprio lavoro online. Una delle più richieste è il Social Media Manager, che interviene nella gestione di una nuova modalità di interazione tra azienda e consumatore.

Così come, con internet, è avvenuto un cambiamento nei rapporti sociali, allo stesso modo si sono modificati anche i rapporti commerciali e la comunicazione si è trasferita sul web, diventando più diretta e richiedendo un grado sempre maggiore di efficacia.

Oggi quasi tutte le aziende, indipendentemente dal prodotto o servizio offerto, hanno bisogno di un Social Media Manager.

Quali sono le caratteristiche e le competenze che un Social Media Manager deve avere?

Un Social Media Manager deve possedere un’approfondita conoscenza dei social network e delle piattaforme online, inclusi gli strumenti ad essi integrati per il monitoraggio e l’interpretazione dei dati.

Deve essere in grado di svolgere uno studio dei target e la pianificazione di una programmazione periodica di contenuti da pubblicare. Inoltre, il Social Media Manager deve padroneggiare le nozioni di base del marketing, nonché avere buone abilità di scrittura e di linguaggio e una conoscenza approfondita della lingua inglese.

Alcune aziende possono richiedere al Responsabile dei Social Media anche la conoscenza di base di alcuni programmi per la creazione di contenuti video e grafici, oppure scegliere di affiancargli un Web Graphic Designer specializzato.

Quali sono gli obiettivi professionali di un Social Media Manager?

Gli obiettivi di un Social Media Manager possono essere diversi, a seconda della tipologia di azienda in cui è inserito o per cui fa consulenza e delle relative esigenze.

Innanzitutto può occuparsi di generare visibilità per l’azienda, interpretando i dati provenienti dall’analisi dei social e delineando una strategia di comunicazione efficace e diretta, che ponga l’azienda sullo stesso piano del consumatore. Inoltre, il Responsabile dei Social Media può lavorare per incrementare la notorietà del brand o dell’azienda, attraverso la diffusione e le campagne pubblicitarie sui social, e per aumentare le vendite di un prodotto o di un servizio offerto dall’azienda stessa.

Altri obiettivi possono essere l’acquisizione di un nuovo target per rilanciare l’azienda o il brand che promuove, oppure l’offerta di un servizio di Social Customer care.

Quali mansioni concrete ricopre il Social Media Manager?

Il Responsabile dei Social Media è tenuto, innanzitutto, a creare (laddove non fossero già esistenti) i profili social dell’azienda e amministrarli strategicamente.

Attraverso un’analisi dei target, dei competitor e degli obiettivi dell’azienda, il Responsabile dei Social Media deve monitorare i dati e stilare dei report, finalizzati a una definizione delle linee strategiche da adottare per la comunicazione e la promozione di un determinato servizio o prodotto.

Tra le mansioni rientra anche la gestione del budget per le campagne di promozione sui social, qualora l’azienda abbia destinato fondi per tale scopo.

Da solo o con la collaborazione di altri professionisti del web, il Social Media Manager definisce un piano editoriale di contenuti da pubblicare con cadenza periodica, per incrementare la visibilità e l’interazione dell’azienda.

Come si diventa Social Media Manager?

Per diventare Social Media Manager occorre seguire un percorso specifico e tecnico.

Sono consigliate le lauree in Economia, Comunicazione e Marketing o Linguaggi dei Media, a cui affiancare possibilmente una specializzazione o un Master in Community Management.

Esistono anche numerosi corsi di formazione professionale o corsi online molto validi per acquisite una preparazione completa nel settore.

Dove lavora un Social Media Manager?

In genere il Social Media Manager può avere tre possibili realtà di impiego: come freelance, come consulente all’interno di una Web Agency con un portfolio di clienti assegnato, oppure come dipendente di un’azienda in qualità di responsabile della comunicazione sui social.

Quanto può guadagnare un Social Media Manager?

La RAL di un Social Media Manager dipendente può variare da 20 mila a 30 mila euro l’anno. Per un Responsabile dei Social Media freelance le variabili rientrano in un range più ampio, definito sulla base dell’esperienza, del portfolio di clienti e della tipologia di prestazione richiesta dal cliente.

Quali sono le prospettive di crescita professionale per un Social Media Manager?

Dopo aver acquisito un importante grado di esperienza, il Social Media Manager può raggiungere una posizione più elevata, lavorando come coordinatore di tutte le attività social e digitali di un’azienda, addirittura ricoprendo la posizione di Direttore Marketing e Comunicazione.


CERCHI LAVORO COME SOCIAL MEDIA MANAGER?

Clicca qui per consultare tutte le nostre offerte di stage e lavoro.

CERCA LE OFFERTE


Post precedente

Quando non è possibile attivare un tirocinio extracurriculare

Post successivo

Come scrivere una lettera di presentazione efficace e farsi convocare dai recruiter

Ancora nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *