candidatocolloquio di lavoroLAVORO

Colloquio di lavoro da remoto: 11 consigli per affrontarlo nel modo giusto

Il colloquio di lavoro da remoto, complici le dinamiche imposte dalla situazione emergenziale, è diventato ormai una prassi consolidata nell’ambito della ricerca e della selezione del personale.

I recruiter optano sempre più spesso per le videochiamate, non solo per far fronte a questioni sanitarie, ma anche per essere più competitivi, per raggiungere i talenti più distanti, nonché per aumentare la velocità delle selezioni e ridurne i costi.

Se stai cercando lavoro, quindi, sarà molto probabile che tu ti possa trovare ad affrontare un colloquio da remoto. Ti sveliamo qualche consiglio per non arrivare impreparato e affrontare al meglio tutte le fasi:

Prima del colloquio di lavoro da remoto

1. Cerca informazioni

Come per i colloqui tradizionali, anche nel caso del colloquio di lavoro online è consigliabile informarsi sull’azienda che sta cercando personale, ma anche sull’eventuale agenzia per il lavoro che svolge la selezione e sul recruiter con cui si terrà l’intervista.

Questa ricerca ti aiuterà ad arrivare più centrato e consapevole rispetto a ciò che ti verrà proposto, nonché a pensare ad alcune domande da fare al colloquio.

2. Fai un check preventivo

Prima di affrontare il colloquio di lavoro da remoto, controlla di avere tutti gli accessi agli account che ti servono (ad esempio nome utente e password per entrare nell’applicativo su cui si terrà l’incontro).

Ricordati che è importante avere una foto profilo adatta per un’occasione professionale.

Collegati prima dell’orario stabilito e fai un check su audio e video. Fai un rapido speed test alla tua connessione internet per verificare che sia tutto funzionante e verifica il livello della batteria del tuo dispositivo.

3. Vestiti nel modo giusto

L’obiettivo è sempre trasmettere interesse per la posizione e professionalità.

Anche se probabilmente comparirai in video solo per metà, è sempre meglio che tu ti vesta come se andassi a un appuntamento in presenza (non si sa mai cosa può succedere, potrebbe capitarti di alzarti e svelare il tuo abbigliamento per intero).

Non esagerare con l’eleganza, ma nemmeno con lo stile informale, segui gli stessi consigli che ti abbiamo già dato su come scegliere l’abbigliamento per un colloquio tradizionale.

4. Prepara il set

Prima di iniziare il colloquio di lavoro da remoto, prepara al meglio il set per fare una buona impressione sul recruiter.

Assicurati innanzitutto che la webcam sia in linea con i tuoi occhi e non sederti troppo vicino alla fotocamera, in modo tale da non tagliare l’immagine del tuo volto. L’ideale sarebbe un’inquadratura a mezzo busto.

Meglio fare qualche prova per testare non solo il video, ma anche le impostazioni audio. Sarebbe spiacevole non riuscire a sentire il recruiter o viceversa.

5. Chiudi gli altri programmi

A livello tecnico, per garantire una migliore connettività, prestazioni migliori del pc e una migliore qualità della videochiamata, meglio chiudere tutti gli altri programmi aperti.

Questo espediente ti permetterà anche di non avere distrazioni ed eventuali rumori di sottofondo dovuti a notifiche e affini.

Durante il colloquio di lavoro da remoto

6. Chi ben comincia…

Iniziare bene il colloquio significa gettare le basi per ottenere buoni risultati, quindi attenzione all’incipit della conversazione!

I saluti devono essere appropriati all’occasione, quindi non troppo informali ma neanche troppo ingessati. È importante trasmettere al recruiter entusiasmo, positività, apertura e interesse.

7. Controlla il linguaggio del corpo

Anche se si tratta di un colloquio a distanza, è importantissimo cercare di allineare il linguaggio del corpo alla conversazione con il recruiter.

Questo aspetto viene tenuto molto in considerazione da chi si occupa di selezione, quindi dovrai imparare a controllarla per aumentare le tue possibilità di successo al colloquio.

Il nostro articolo sulla comunicazione non verbale potrebbe aiutarti a riflettere ed esercitarti su questo tema.

8. Prendi appunti

Tieni a portata di mano un quaderno per prendere appunti e una copia dei documenti che hai fornito al recruiter.

Appuntati le informazioni più importanti sull’offerta di lavoro che ti presenterà il recruiter, ma senza esagerare! L’ideale è mantenere sempre un contatto visivo (seppur virtuale) con l’interlocutore, quindi riduci il tempo che passerai con lo sguardo sul quaderno al minimo indispensabile.

9. Non interrompere

Riuscire ad ascoltare senza interrompere l’interlocutore è sempre una buona regola, a maggior ragione durante un colloquio di lavoro e ancor di più durante un colloquio di lavoro da remoto.

I programmi per effettuare videochiamate generalmente non gestiscono la sovrapposizione di voci, quindi se dirai qualcosa mentre il recruiter sta parlando, potrebbe non sentirti (o tu potresti non sentire lui).

Sempre meglio mettere in conto una piccola pausa quando il selezionatore finisce di parlare, anche per fare fronte ad eventuali ritardi nella comunicazione, oppure se hai qualcosa di urgente da dire chiedi la parola.

10. Chiudi in bellezza

Chiudi la conversazione con equilibrio, mantenendo lo stesso tono utilizzato per i saluti iniziali (né troppo formali né troppo informali).

Puoi chiedere informazioni sui passaggi seguenti e sulle tempistiche della selezione.

Non potendo stringere la mano dell’interlocutore, potrebbe venire spontaneo salutare con un’oscillazione della mano, ma meglio evitare. Concentrati piuttosto sullo scambio visivo, fai un sorriso e ringrazia il recruiter per il tempo che ti ha dedicato.

Dopo il colloquio di lavoro da remoto

Ma cosa fare dopo il colloquio di lavoro da remoto?

La partecipazione all’iter di selezione non si ferma solo all’intervista con il recruiter, ma presuppone una preparazione prima e una prosecuzione dopo che mira a costruire una relazione con il selezionatore.

11. Ricordati il follow-up

Dopo il colloquio di lavoro da remoto, così come per colloquio di lavoro tradizionale, è bene pensare a una email di follow up, per ringraziare l’intervistatore e ribadire l’interesse per la posizione.

 

Leggi anche i consigli per affrontare tutte le fasi di un colloquio (anche in presenza).

 


CERCHI UNO STAGE O UN LAVORO?

Clicca qui per consultare tutte le nostre offerte di stage e lavoro.

CERCA LE OFFERTE


Post precedente

Risorse junior: ecco perché le aziende dovrebbero investire su di loro

Post successivo

Responsabilità Sociale d’Impresa: cos’è, come nasce, quali sono i valori

Ancora nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *