candidatocurriculum vitaeLAVORO

Competenze lavorative: l’importanza di hard skills e soft skills

È molto complesso elaborare una definizione univoca del concetto di competenza, in quanto si tratta di una nozione mutevole, che varia a seconda delle discipline e del contesto a cui fa riferimento (ad esempio possiamo differenziare le competenze lavorative da quelle linguistiche, comunicative, ecc). In generale, comunque, le competenze si possono definire come abilità acquisite con l’esperienza in un determinato ambito di attività.

In ambito lavorativo, si dicono competenze professionali o skills le qualifiche professionali conseguite con le esperienze di lavoro: conoscenze teoriche, abilità pratiche, attitudini comportamentali e relazionali.

Per capire meglio cosa sono le competenze lavorative (e come metterle in luce sul curriculum vitae), occorre prima effettuare una distinzione essenziale tra hard skills e soft skills.

Hard skills

Sono denominate hard skills le competenze tecniche, che dipendono dal bagaglio formativo e dalle esperienze lavorative pregresse.

Le hard skills sono misurabili, quantificabili e soprattutto si possono apprendere con lo studio e la pratica.

Si tratta di tutte le competenze professionali più specifiche che differenziano i lavoratori operanti in aree diverse: ad esempio, un contabile avrà solide conoscenze in ambito economico, mentre un programmatore avrà competenze tecniche inerenti al settore informatico.

Soft skills

Le soft skills includono tutte le abilità trasversali, di tipo comportamentale e relazionale, che non si contrappongono alle hard skills, ma piuttosto le integrano nella definizione di un profilo professionale.

Queste competenze lavorative “leggere” permettono al recruiter di valutare quale comportamento potrebbe adottare un candidato sul posto di lavoro e assumono un rilievo particolare nel processo di selezione.

Infatti, mentre le hard skills possono essere acquisite o rafforzate progressivamente attraverso appositi piani di formazione, talvolta predisposti dalle stesse aziende, le soft skills dipendono essenzialmente dalle inclinazioni innate della persona, rivelandosi difficili da imparare senza una propensione individuale di base e, quindi, anche da insegnare. Proprio tale difficoltà a educare i lavoratori alle soft skills e ai valori dell’impresa, spinge le aziende a preferire candidati che possiedono determinate competenze trasversali.

Le soft skills possono talvolta differenziarsi, come le hard skills, a seconda delle aree di impiego, ma alcune rappresentano competenze sempre valide e richieste da tutte le aziende e in tutti i settori: sono un esempio le doti comunicative e relazionali, la flessibilità, l’autonomia, la, il problem solving, proattività e intelligenza emotiva.

Naturalmente, le soft skills costituiscono un potenziale punto di forza ulteriormente importante per i candidati neo laureati, che, essendo privi di esperienza professionale, possiedono un bagaglio ridotto di competenze lavorative tecniche acquisite sul campo.

 Bilancio delle competenze: cos’è e a cosa serve

Il bilancio delle competenze è uno strumento importante, che può aiutarti a individuare le tue risorse personali, con l’obiettivo di fare una scelta professionale coerente e compatibile con le tue attitudini.

Si tratta di una raccolta delle documentazioni più significative del tuo percorso formativo, che ne registra gli esiti e le modalità di svolgimento per tracciare la tua “storia” e per offrirti supporto nell’analisi delle tue competenze lavorative e personali (interessi, valori, eventuali esperienze professionali).

In quanto strumento individuale e personalizzato, può essere effettuato sotto la guida e la supervisione di professionisti nell’ambito dell’orientamento, oppure di psicologi del lavoro.

Grazie al bilancio delle competenze, potrai acquisire maggiore consapevolezza delle tue potenzialità e valorizzare al meglio le tue competenze professionali, focalizzare le tue motivazioni e i tuoi obiettivi futuri.


CERCHI UNO STAGE O UN LAVORO?

Clicca qui per consultare tutte le nostre offerte di stage e lavoro.

CERCA LE OFFERTE


Post precedente

Addetto Stampa: un intermediario tra azienda e mass media

Post successivo

Incentivi all’assunzione 2017: gli sgravi per inserire nuovi dipendenti in azienda

Ancora nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *