candidatocolloquio di lavorocurriculum vitaeLAVOROstage

Primo lavoro: come trovarlo in 5 mosse

 Cerchi consigli per trovare il primo lavoro?

Innanzitutto fai un passo alla volta, ogni percorso lavorativo è come un cammino di crescita, in cui acquisire competenza e professionalità.

Ecco le tappe da seguire se sei alla ricerca della tua prima esperienza lavorativa:

Indice:

1. Prepara il tuo curriculum vitae

Come prima cosa, per trovare il primo lavoro dovrai preparare il CV da mandare alle aziende che cercano personale o alle società di ricerca e selezione.

Probabilmente non avrai molte esperienze alle spalle, quindi prova a valorizzare alcuni aspetti:

  • La formazione

Metti in risalto il percorso di studi che hai fatto, le competenze che ti ha permesso di ottenere e le sfide che ti ha portato ad affrontare.

  • Le esperienze all’estero

Se ad esempio hai partecipato al progetto Erasmus, valorizza questa esperienza sul tuo cv per trovare il primo lavoro! Un periodo di studio e vita all’estero aiuta a sviluppare spirito di adattamento, autonomia e apertura, oltre ovviamente a migliorare le competenze linguistiche.

  • Il volontariato

Se hai svolto attività di volontariato, mettile in luce sul curriculum. In mancanza di altre esperienze, ti aiuteranno ad argomentare le tue attitudini e a raccontare qualcosa di te.

Leggi il nostro articolo dedicato sul tema.

  • Le soft skills

I recruiter, soprattutto se stanno cercando una risorsa junior, prestano molta attenzione alle soft skills, le competenze trasversali “leggere” che spesso sono innate e che si acquisiscono con più difficoltà rispetto alle competenze tecniche.

  • La tua voglia di imparare

Non avrai esperienza, ma se ambisci a trovare il primo lavoro della tua vita sicuramente potrai valorizzare la tua voglia di imparare e metterti in gioco. Umiltà, entusiasmo e predisposizione all’apprendimento sono molto apprezzati dai datori di lavoro, saranno un ottimo biglietto da visita.

 

2. Cerca lavoro

Quando il cv è pronto, puoi iniziare a cercare lavoro!

  • Comincia dalle piccole esperienze

Alcuni settori si prestano più di altri ad accogliere giovani senza esperienza, che magari stanno ancora studiando. I lavoretti più classici sono in ambito ristorazione, retail, baby sitting.

  • Cerca nel posto giusto

Il modo e il posto giusto ovviamente dipendono da cosa stai cercando. Generalmente la maggior parte delle posizioni aperte si trovano online sui vari job board, ma se per esempio vuoi avere un’esperienza come cameriere o come commesso puoi trovare gli avvisi di lavoro direttamente in vetrina.

  • Fai Networking

Per trovare il primo lavoro è importantissimo puntare anche su passaparola e networking: racconta a parenti e amici che stai cercando lavoro e comincia a cercare di creare contatti con professionisti operativi nel tuo ambito di interesse.

Per creare una rete di contatti puoi sfruttare anche i social. LinkedIn è sicuramente lo strumento più adatto, ti permetterà di restare aggiornato, allargare le tue conoscenze e consultare le offerte di lavoro. Leggi il nostro articolo sull’argomento.

 

3. Invia candidature

Dopo aver preparato il curriculum e aver sondato le offerte di lavoro disponibili, puoi iniziare a candidarti!

Prepara anche una lettera di presentazione, ti servirà per accompagnare il CV e per presentarti alle aziende. Non avere paura di candidarti, puoi proporti per diverse posizioni contemporaneamente.

Tutto fa brodo, se otterrai più di un colloquio ti servirà per fare esperienza, capire come funziona e migliorare il tuo modo di proporti.

 

4. Considera anche altre opportunità per fare esperienza

Nell’attesa di trovare il primo lavoro, puoi cominciare ad arricchire il curriculum con altre esperienze per acquisire competenze e aumentare l’appetibilità del tuo profilo.

  • Alternanza scuola-lavoro

Se stai ancora studiando, l’alternanza scuola-lavoro è sicuramente una buona opportunità per iniziare a sperimentare come funziona un’azienda, ampliare le tue conoscenze e acquisire competenze nuove.

  • Stage o tirocinio

Lo stage è la nostra passione, siamo di parte. Però sicuramente è lo strumento migliore per un passaggio efficace dallo studio al lavoro, in quanto permette di acquisire una formazione pratica che l’università e la scuola non offrono. Ti darà l’opportunità di acquisire competenze e valutare se un determinato contesto professionale può fare per te.

  • Volontariato

Se non hai già avuto questo tipo di esperienza e non l’hai ancora messa nel CV, nell’attesa di trovare il primo lavoro puoi cercare qualche piccola attività di volontariato. Ti permetterà di crescere, di acquisire competenze e di crearti una rete di conoscenze.

  • Garanzia Giovani

Last but not least, se hai tra i 16 e i 29 anni e non sei impegnato in un’attività lavorativa o in un percorso scolastico, dovresti iscriverti a Garanzia Giovani!

Si tratta di un Piano Europeo per combattere la disoccupazione giovanile, che prevede incentivi per le aziende e formazione gratuita per i candidati, per facilitare l’incontro tra domanda e offerta, l’orientamento dei giovani e in definitiva aumentare la percentuale di occupazione.

Potrebbe essere un ottimo aiuto per trovare il primo lavoro!

 

5. Iniziare

Quando avrai trovato il tuo primo impiego, dovrai solo partire con il piede giusto! Leggi i nostri consigli per affrontare il primo giorno di lavoro.

 


CERCHI UNO STAGE O UN LAVORO?

Clicca qui per consultare tutte le nostre offerte di stage e lavoro.

CERCA LE OFFERTE


Post precedente

15 consigli per essere più sostenibili in ufficio

Post successivo

Soft skills: le competenze che fanno la differenza su un cv (per chi cerca e per chi offre lavoro)

Ancora nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *