candidatocolloquio di lavoroLAVORO

Colloquio di lavoro al telefono: i consigli per affrontarlo con professionalità

Il colloquio di lavoro al telefono è in genere la seconda fase di un processo di selezione, che segue a un primo step di screening dei cv e precede l’incontro di persona con il recruiter.

Talvolta può succedere anche che il recruiter sostituisca il colloquio di persona con un vero e proprio colloquio di lavoro al telefono, ad esempio per selezioni relative a posizioni all’estero o con candidati che risiedono in altre regioni.

Il colloquio telefonico, quindi, non deve essere sottovalutato. Potrebbe apparire un dialogo informale, ma costituisce un passaggio fondamentale nel processo di recruiting e non bisogna dimenticare che la prima impressione può essere decisiva!

Ecco qualche consiglio per affrontare al meglio un colloquio di lavoro al telefono:

1. Fatti trovare preparato

Innanzitutto tieni traccia delle posizioni per cui ti sei candidato, per capire subito di cosa si tratta appena sarai contattato dal recruiter.

Meglio conservare le email inviate e le job description delle diverse candidature. Potrebbe anche essere utile tracciare tutto in un file Excel (data dell’application, posizione, dettagli interessanti del sito aziendale, ecc).

Potrebbe sembrarti esagerato, ma, al momento del confronto con il recruiter, il fatto di essere preparato e reattivo potrebbe fare davvero la differenza rispetto ad altri candidati.

Tieni poi tutte le informazioni e i documenti sempre a portata di mano: il tuo CV, la lettera di presentazione e tutto ciò che potrebbe essere oggetto dell’intervista telefonica.

2. Rimanda il colloquio se necessario

Naturalmente il carattere distintivo di una telefonata è l’imprevedibilità, quindi può succedere che il recruiter chiami in un momento inopportuno o in cui non puoi trattenerti al telefono.

In questo caso non ti preoccupare: dall’altro capo del telefono c’è un professionista, oltre che un essere umano, che sicuramente accoglierà di buon grado la tua proposta posticipare la chiamata fissando un contatto successivo.

Questo ti permetterà di prendere tempo e prepararti ad affrontare al meglio il colloquio al telefono. Ecco come:

  • Appuntati data e ora del prossimo appuntamento.

Se hai chiesto di rimandare il colloquio, non fare brutta figura facendoti cogliere impreparato un’altra volta!

  • Rileggi la job description.

Dimostra il tuo interesse per l’azienda con cui vorresti collaborare e preparati a parlare delle tue precedenti esperienze in linea con i requisiti per la posizione in questione.

  • Vestiti come se andassi a un colloquio di persona.

L’atteggiamento con cui affronti l’intervista telefonica è fondamentale. L’abbigliamento non si vedrà, ma ti farà sentire e apparire più professionale.

  • Ringrazia per la disponibilità.

Quando il recruiter ti richiamerà, ringrazialo per aver acconsentito a fissare un colloquio in un secondo momento. Dimostrerai la tua professionalità e inizierai con il piede giusto.

3. Trova un luogo tranquillo

Quando ricevi una telefonata da un recruiter, ricordati che hai bisogno di tempo e di uno spazio adatto. Cerca un luogo tranquillo, che ti permetta di concentrarti solo sul colloquio telefonico.

Come abbiamo anticipato nel punto precedente, se la chiamata ti coglie di sorpresa, chiedi di posticiparla. Se invece si tratta di un colloquio di lavoro al telefono programmato, avvisa chi vive con te che stai aspettando una telefonata importante e che vorresti non essere disturbato.

Evita tutti i possibili elementi di distrazione (altri telefoni che squillano, coinquilini, animali domestici, televisione, eccetera), dovrai essere tranquillo e concentrato sulle domande del recruiter.

4. Usa la voce per comunicare positività

Cerca di fare molta attenzione a come parli, dal momento che la voce sarà il tuo unico strumento di comunicazione.

Esprimiti in modo chiaro e sicuro e segui qualche consiglio:

  • Parla lentamente

Questo accorgimento ti aiuterà a scandire meglio le parole, soprattutto se hai un marcato accento regionale, nonché a evitare toni colloquiali, che potrebbero sfuggire parlando velocemente.

  • Controlla il volume di voce

Cerca di parlare con un tono di voce piuttosto alto, per evitare che il recruiter debba chiederti di ripetere. Al tempo stesso non esagerare, potrebbe essere fastidioso e controproducente.

  • Non parlare con la bocca piena

Si tratta di una telefonata importante, quindi evita sigarette, cibo, bevande e chewing gum, che potrebbero compromettere le tue capacità di esprimerti chiaramente.

  • Siediti composto

Si dice che raggiungiamo la miglior espressione vocale restando in piedi, tuttavia questa posizione potrebbe portare a camminare mentre si telefona e non è opportuno.

La soluzione migliore è quindi stare seduti composti, per permettere alla voce di uscire in modo ottimale.

  • Sorridi

É scientificamente provato che un sorriso può cambiare il tono della voce, rendendolo più gradevole e aperto.

Cerca di trasmettere al tuo interlocutore ottimismo e positività e di dimostrare che sei motivato a svolgere il lavoro per cui ti sei candidato.

5. Trascrivi tutte le domande

Le domande che ti verranno fatte durante il colloquio di lavoro al telefono saranno più o meno le stesse a cui risponderesti di persona o che ti faranno durante l’incontro in azienda.

Appuntati tutto: le domande che ti vengono fatte, le informazioni principali che ti vengono comunicate, nome e contatti del recruiter.

6. Imposta la telefonata come un dialogo

Esprimi più proattività di quanto faresti nel colloquio di persona: imposta la telefonata come un dialogo, partecipa attivamente e fai tante domande.

Ricorda il recruiter non ti può vedere, la voce è l’unico strumento che hai per comunicare il tuo interesse, quindi dimostra il tuo entusiasmo e la tua partecipazione alla conversazione.

Evita sbuffi, borbottii e sospiri o qualsiasi altro suono che possa farti sembrare annoiato.

7. Sii onesto

Poiché si tratta di un colloquio di lavoro e ti aspetti dal recruiter trasparenza e onestà, affronta l’intervista con lo stesso spirito.

Sii onesto e trasparente, soprattutto su ciò che ti aspetti rispetto alla retribuzione o, nel caso in cui si tratti di uno stage, riguardo alla possibilità di inserimento con contratto di lavoro al termine del tirocinio.

8. Ringrazia

Mostra cortesia e disponibilità al tuo interlocutore, ricordati sempre di ringraziarlo per il tempo che ti ha dedicato! Le ultime parole sono quelle che resteranno più impresse.

È molto importante concludere la telefonata con la stessa professionalità e gentilezza con cui è stata avviata.

Dal momento che il colloquio di lavoro al telefono è un vero proprio colloquio, manda una email di ringraziamento per il tempo che ti è stato dedicato.

 

Leggi anche la nostra guida su come affrontare il colloquio di lavoro in tutte le fasi.


CERCHI UNO STAGE O UN LAVORO?

Clicca qui per consultare tutte le nostre offerte di stage e lavoro.

CERCA LE OFFERTE


Post precedente

Postazione sicura per lo smart worker: come allestirne una a casa

Post successivo

Colloqui online: come fare recruiting da remoto nella fase 2

Ancora nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *