dote unica lavoro

Dote Unica Lavoro: a chi si rivolge, come richiederla e vantaggi

Cos’è Dote Unica Lavoro

Dote Unica Lavoro è un Programma regionale (promosso da Regione Lombardia) di finanziamento per la formazione e i servizi al lavoro, che ti offre la possibilità di essere accompagnato nell’ingresso al mondo del lavoro o nel re-inserimento lavorativo, tramite un percorso gratuito e personalizzato.

L’iniziativa è rivolta a candidati in possesso dei seguenti requisiti:

  • disoccupati a partire da 30 anni, residenti o domicil iati in Lombardia, eventualmente iscritti alle liste di mobilità
  • giovani disoccupati tra 15 e 29 anni, residenti o domiciliati in Lombardia, che abbiano già preso a parte al programma Garanzia Giovani (i beneficiari del bando Garanzia Giovani potranno aprire nuovi percorsi di politica attiva usufruendo del bando POR 2014-20 di Dote Unica Lavoro, fino alla partenza della seconda fase di Garanzia Giovani, come stabilito dal decreto n. 4281 del 13 aprile 2017)
  • occupati che abbiano compiuto 16 anni, che siano stati sospesi da aziende con sede in Lombardia, cassaintegrati, iscritti a un Master universitario, militari congedandi dell’Esercito o appartenenti alle Forze dell’Ordine in territorio lombardo.

Dote Unica Lavoro include anche un Progetto di Inserimento Lavorativo (PIL), che assegna un contributo economico, denominato “reddito di autonomia”, ai residenti o domiciliati in Lombardia che si trovino senza occupazione da più di 36 mesi, con ISEE entro i 20.000 € e senza integrazioni di reddito (che non abbiano aderito precedentemente al Programma DUL).

Servizi offerti da Dote Unica Lavoro

Nell’ambito del programma, l’operatore accreditato ti guida, in base alle tue necessità e difficoltà occupazionali, nella definizione di un piano di intervento personalizzato.

Il piano comprende un’ampia gamma di servizi, tra cui:

Si tratta di un percorso di analisi delle esperienze formative, professionali e sociali, finalizzato all’individuazione delle competenze e dei tratti valorizzabili del destinatario. Attraverso il bilancio, potrai progettare il tuo piano di sviluppo professionale per raggiungere obiettivi specifici.

  • Consulenza orientativa

Include attività finalizzate a una formazione alla ricerca attiva del lavoro, attraverso l’acquisizione di competenze e capacità per promuoverti nel mondo professionale. Tra le tematiche trattate durante la consulenza orientativa:

  1. funzionamento del mercato del lavoro, mappatura del territorio, analisi delle figure professionali più richieste e individuazione di aziende a cui rivolgersi
  2. canali di ricerca del lavoro e loro utilizzo
  3. supporto per la redazione di cv e lettera di presentazione
  4. preparazione per affrontare diverse tipologie di colloqui di selezione
  • Accompagnamento continuo

Consiste in un processo di tutoring finalizzato a sollecitare lo sviluppo di alcune caratteristiche, quali l’autonomia decisionale e la maturazione. Il percorso comprende incontri periodici di aggiornamento, con l’assegnazione di indicazioni operative per affrontare la vita professionale.

  • Formazione mirata

Svolta in partenariato con Enti di formazione, ti offre la possibilità di scegliere (tre le proposte del catalogo sul portale regionale) i corsi di formazione più pertinenti per il conseguimento delle competenze professionali che vuoi acquisire.

Quali sono i vantaggi di Dote Unica Lavoro

Con l’attivazione di Dote Unica Lavoro, sarai affiancato da un tutor specializzato in ogni fase del percorso. Definirete insieme un obiettivo professionale coerente con le tue caratteristiche e capacità e individuerete corsi di formazione compatibili e mirati. Riceverai supporto e suggerimenti nlle progressive fasi di ricerca del lavoro, per incrementare le tue possibilità di inserimento. Riceverai inoltre assistenza costante, attraverso il monitoraggio delle candidature e la verifica periodica dei progressi ottenuti.

Dote Unica Lavoro ti consentirà di acquisire maggiore consapevolezza delle tue risorse personali, potenzialità e aspirazioni, rivelandosi un’occasione di crescita personale e professionale.

Dote Unica Lavoro: come richiederla

Se sei in possesso dei requisiti richiesti, puoi presentare la domanda di Dote Unica Lavoro presso un operatore accreditato, pubblico o privato. Puoi consultare l’elenco degli operatori accreditati sul sito www.dote.regione.lombardia.it

Grazie al sistema informativo regionale, sarai accolto dall’operatore, che si occuperà della compilazione del tuo profilo, verificherà le tue caratteristiche e ti convocherà per decidere i servizi da attivare e procedere con la definizione del Piano di Intervento Personalizzato.


SEI INTERESSATO AI VANTAGGI DI DOTE UNICA LAVORO?

RICHIEDI UNA CONSULENZA


Post precedente

Quanti stagisti può ospitare un'azienda? Tipologie e condizioni dello stage

Post successivo

Sceneggiatore: un professionista della narrazione per immagini

2 Commenti

  1. Andrea
    15/03/2018 at 3:47 pm — Rispondi

    Buongiorno, desidero avere una serie di chiarimenti in merito alla Dote Unica Lavoro da me firmata ad ottobre 2017 (fascia aiuto 3). Svolto a novembre un corso 100 ore non è seguito ad oggi alcun inserimento lavorativo, a parte un paio di colloqui avuti con l’agenzia per il lavoro. Il Piano di intervento personalizzato scade il 3.4.2018 e quindi vorrei sapere:
    1) L’Agenzia per il lavoro mi dovrà chiamare? Può non fare niente?
    2) Se una seconda agenzia per il lavoro mi avvia al lavoro può trasferirsi la dote rimanente?
    3) La valorizzazione delle attività (bilancio, accompagnamento, inserimento al lavoro) al 3.4.2018 che fine fanno?
    4) Se trovo per conto mio un lavoro, come mi devo comportare rispetto al patto di servizio personalizzato sottoscritto?
    5) Alla data del 3.4.2018 la dote deve essere chiusa obbligatoriamente?

    Grazie

    • 16/03/2018 at 3:34 pm — Rispondi

      Buongiorno Andrea,
      purtroppo non è possibile modificare l’operatore una volta avviato un percorso di Dote Unica Lavoro. La data di conclusione della Dote è definitiva e non è possibile richiedere proroghe. E’ però possibile attivare una nuova Dote, anche con altro operatore, al termine del percorso.
      A tal proposito, attualmente si possono attivare fino a un massimo di tre percorsi di Dote. Per quanto riguarda la valorizzazione delle attività inserite nel piano d’intervento personalizzato, l’operatore con cui ha attivato una Dote otterrà soltanto l’importo relativo alle attività effettivamente erogate.
      Se trova lavoro in autonomia nel corso della Dote dovrà comunicarlo all’operatore che l’ha presa in carico per poter procedere alla conclusione del percorso.
      In bocca al lupo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *