LAVORO

Lauree e occupazione: le facoltà universitarie migliori per trovare lavoro

Negli ultimi quattro anni si è registrato un lieve aumento del tasso di occupazione dei laureati: circa + 5,4 % per i laureati di primo livello e + 3,8% punti per i laureati delle facoltà magistrali biennali. Analizzando i dati statistici pubblicati da Almalaurea, è emerso che per alcune facoltà le chance occupazionali sono superiori rispetto ad altre. Vediamo quali sono le lauree migliori per trovare lavoro.

La classifica delle lauree migliori per trovare lavoro

In generale i laureati nelle facoltà di avviamento alle professioni sanitarie sono i più favoriti nella ricerca di un’occupazione.  Al contrario, i laureati delle facoltà umanistiche e di indirizzo geo-biologico riscontrano più difficoltà nell’inserimento all’interno del mondo lavorativo.

Ecco la classifica delle lauree migliori per trovare lavoro:

  1. Facoltà sanitarie

Le facoltà sanitarie si collocano al primo posto, con una percentuale molto elevata di soggetti femminili (7 su 10). Nell’ultimo anno il tasso di occupazione delle professioni sanitarie ha visto un aumento di 4,3 punti percentuali sull’anno precedente.

  1. Ingegneria

Al secondo posto delle lauree migliori per trovare lavoro si trova ingegneria.

Il corso di ingegneria si suddivide in diversi rami di specializzazione, ma tutti offrono elevate chances occupazionali (circa il 90% dei laureati a un anno dal conseguimento del titolo di studi ha già un lavoro)

Ecco le più richieste:

  • Ingegneria informatica (tasso occupazionale del 93,3%)
  • Ingegneria dell’Automazione (tasso occupazionale del 93,1%)
  • Ingegneria Navale (tasso occupazionale del 92,9%);
  • Ingegneria Meccanica (tasso occupazionale del 91,2%);
  • Ingegneria delle Telecomunicazioni (tasso occupazionale del 90,7%);
  • Scienza e Ingegneria dei materiali (tasso occupazionale dell’89,8%).
  1. Informatica

Sul terzo gradino del podio, in linea con una costante evoluzione tecnologica, si colloca la facoltà di informatica, che garantisce ai suoi laureati la possibilità di trovare un’occupazione in tempi ridotti.

In questo caso le chances occupazionali sono elevate sia per la laurea triennale che per quella magistrale o specialistica.

  1. Matematica, Fisica e Statistica

Potrebbe sembrare strano ma, in proporzione, facoltà scientifiche come Matematica, Astronomia, Fisica e Statistica offrono elevate possibilità di trovare lavoro e sono molto richieste dalle aziende (a fronte di un numero piuttosto ridotto di iscritti).

In questo caso la classifica è così composta:

  • Modellistica matematico-fisica per l’Ingegneria (contando un numero particolarmente esiguo di studenti, vede il 100% di laureati impiegati a un anno dalla fine degli studi.
  • Scienze statistiche (tasso occupazionale dell’88,5%);
  • Fisica (tasso occupazionale dell’85,9%);
  • Scienze statistiche attuariali e finanziarie (tasso occupazionale dell’81,4%);
  • Scienze dell’Universo (tasso occupazionale dell’81%);
  • Matematica (tasso occupazionale dell’80,3%).
  1. Facoltà umanistiche

Tra le lauree migliori per trovare lavoro non spicca di certo il settore umanistico, che purtroppo offre chances occupazionali ridotte, anche in relazione al grande numero di iscritti. Di seguito alcune delle lauree umanistiche che offrono più possibilità di lavoro:

  • Scienze della formazione primaria (tasso occupazionale dell’85,3%);
  • Programmazione e gestione dei servizi educativi (tasso occupazionale dell’81,4%);
  • Archivistica e Biblioteconomia (tasso occupazionale del 74,7%);
  • Traduzione specialistica e Interpretariato (tasso occupazionale del 74,7%);
  • Scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua (tasso occupazionale del 72,5%);
  • Scienze pedagogiche (tasso occupazionale del 72,2%).
  • Lingue moderne per la Comunicazione e la Cooperazione internazionale (tasso occupazionale del 70,9%).

Laurea triennale o laurea specialistica?

Non è possibile definire in modo univoco se sia meglio optare per una laurea triennale o magistrale, in quanto occorre effettuare una valutazione articolata che consideri l’ambito disciplinare di inserimento e il tasso di richiesta nel settore professionale di riferimento.

Tuttavia, in generale, l’indagine evidenzia che i tempi per trovare un’occupazione con una laurea di primo livello sono abitualmente superiori rispetto alla stessa ricerca con una laurea magistrale.

Le lauree brevi che offrono maggiori possibilità di occupazione sono:

  • “Scienze dei servizi giuridici”
  • “Scienze delle attività motorie e sportive”

Tra le specialistiche o magistrali, le lauree migliori per trovare lavoro sono le seguenti:

  • Scienze della difesa e della Sicurezza (98%);
  • Scienze e Tecnologie della Navigazione (85,7%);
  • Scienze e Tecniche dello Sport (78,9%);
  • Scienze della Comunicazione pubblica, d’Impresa e Pubblicità (77,7%).

L’importanza del tirocinio

Lo studio di Almalaurea ha registrato un discreto aumento dei tirocini curriculari, che nel 2017 hanno riguardato il 57,9% dei laureati in generale e il 60,3% dei laureati di primo livello.

Il 69,5% degli studenti che svolgono un tirocinio si esprime positivamente riguardo l’esperienza di formazione professionale, che il più delle volte (2 su 3) si svolge al di fuori dell’ambito universitario.


CERCHI UNO STAGE O UN LAVORO?

Clicca qui per consultare tutte le nostre offerte di stage e lavoro.

CERCA LE OFFERTE


Post precedente

Bando Fai Alternanza 2018: un proficuo incontro tra scuola e azienda

Post successivo

Intervista a Jessica Ducci - Social Media

Ancora nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *