azienda

Incentivi all’assunzione 2017: gli sgravi per inserire nuovi dipendenti in azienda

Con l’ultima legge di bilancio è stato introdotto il nuovo sistema di incentivi all’assunzione 2017, di cui le imprese potranno usufruire per assumere nuovi dipendenti o per stabilizzare quelli già inseriti in azienda, con nuovi contratti di apprendistato o di lavoro a tempo indeterminato e determinato.

Finanziato con il contributo del Fondo Sociale Europeo 2014 – 2020, nell’ambito del PON SPAO (Programma Operativo Nazionale Sistemi di Politiche Attive per l’Occupazione), il nuovo sistema di incentivi all’assunzione predispone azioni di sostegno per l’attuazione sul territorio delle politiche attive del lavoro, al fine di raggiungere la piena riorganizzazione della Rete Nazionale dei servizi per le politiche attive del lavoro, come previsto dal Jobs Act.

  1. Incentivo occupazione giovani (Garanzia Giovani)

La prima agevolazione riguarda l’assunzione di giovani registrati al Programma Garanzia Giovani, tra 16 e 29 anni (NEET).

Le aziende possono usufruire di uno sgravio contributivo, applicabile sulle assunzioni dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2017, con i seguenti tipi di contratto:

  • a tempo indeterminato
  • di apprendistato professionalizzante, con durata pari o superiore a 12 mesi
  • a tempo determinato, di durata pari o superiore a 6 mesi

 

2. Incentivo occupazione sud

Tra gli incentivi all’assunzione 2017, ne esiste uno rivolto alle aziende che abbiano la propria sede di lavoro in una delle seguenti regioni: Basilicata, Campania, Puglia, Sicilia, Calabria, Abruzzo, Molise, Sardegna.

L’agevolazione è valida per le assunzioni di giovani inoccupati tra 16 e 24 anni, nonché di disoccupati di almeno 25 anni, che non abbiano un impiego da almeno 6 mesi.

La fruizione dell’incentivo avviene sotto forma di sgravio contributivo, per le assunzioni effettuate dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2017, nelle seguenti casistiche:

  • contratto a tempo indeterminato
  • contratto di apprendistato professionalizzante, con durata pari o superiore a 12 mesi
  • trasformazione a tempo indeterminato del contratto a termine, nel caso di un rapporto di lavoro part-time

I candidati non devono aver collaborato con la stessa azienda negli ultimi 6 mesi (a meno che non si tratti di un caso di trasformazione del contratto a termine in indeterminato).

 

  1. Incentivo donne

Un altro degli incentivi all’assunzione 2017 mira a favorire l’assunzione, con contratto a tempo determinato e indeterminato, di donne disoccupate da almeno 24 mesi.

L’agevolazione è valida anche per donne disoccupate da 6 mesi, nel caso in cui si tratti di residenti in aree svantaggiate o impiegate in una professione o in un settore economico caratterizzati da disparità occupazionale di genere (ad esempio nel campo delle costruzioni, nell’industria estrattiva, nei trasporti e nell’industria manifatturiera).

Sono previsti i seguenti sgravi contributivi:

  • per assunzioni a tempo determinato: riduzione del 50% dei contributi a carico del datore di lavoro, per la durata di 12 mesi
  • per le assunzioni a tempo indeterminato: riduzione del 50% dei contributi a carico del datore di lavoro, per la durata di 18 mesi.

 

  1. Incentivo giovani genitori

L’incentivo prevede un bonus di 5.000 euro per assunzioni di genitori di figli minori o affidatari di minori che abbiano effettuato l’iscrizione presso la banca dati INPS loro dedicata, ed è applicabile anche alle trasformazioni di contratto da tempo determinato a indeterminato.

I candidati devono avere i seguenti requisiti:

  • età non superiore a 35 anni
  • essere genitori di figli minori (almeno uno, a prescindere dalla presenza di eventuali figli maggiorenni) legittimi, naturali o adottivi, oppure affidatari di minori

 

  1. Esonero contributivo assunzione sistema duale (alternanza scuola-lavoro)

Questo incentivo è previsto nel caso in cui si voglia assumere un giovane che ha precedentemente svolto presso la stessa azienda attività di alternanza scuola-lavoro o periodi di apprendistato per il diploma di istruzione secondaria superiore.

L’assunzione deve essere effettuata dal 1° gennaio 2017 e fino al 31 dicembre 2018 ed entro 6 mesi dall’acquisizione del titolo di studio da parte del giovane candidato.

L’incentivo viene erogato sotto forma di esonero, per un periodo massimo di trentasei mesi, del versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro (nel limite massimo di euro 3.250 annui).

 

Gli incentivi all’assunzione rappresentano una grande opportunità per le aziende per inserire e poi  far rimanere (stabilizzare) risorse qualificate

Grazie al tirocinio, l’azienda ha l’opportunità, dopo aver investito risorse e tempo per formare ex novo uno stagista, di assumere un dipendente già integrato, formato e allineato con le dinamiche e i valori aziendali: il vantaggio per l’impresa risulta evidente.

Il tirocinio, come strumento fondamentale di formazione e di avviamento al lavoro, se applicato in modo virtuoso.

I dati FourStars sugli stage, monitorati tramite il Programma Garanzia Giovani nell’arco degli ultimi 12 mesi, provano e rafforzano questa convinzione: il 70% degli stagisti iscritti al programma ottiene una nuova occupazione entro i 2 mesi successivi al termine del tirocinio.

VUOI USUFRUIRE DEGLI INCENTIVI?

Contattaci per avere maggiori informazioni.

PER SAPERNE DI PIÙ

Post precedente

Competenze lavorative: l’importanza di hard skills e soft skills

Post successivo

Scopri la professione più adatta a te

Ancora nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *